Immagine

L’adorabile pianta di basilico viola che ho raccolto al greenmarket quest’estate (e da allora ho coltivato con successo misto sul nostro balcone) non ama il nostro freddo improvvisamente tanto quanto lo sono io, quindi ho deciso di dargli un taglio di capelli serio questo fine settimana e usa il più possibile in una volta. In genere ciò significa una grande insalata con mozzarella e pomodori, ma ho dovuto usare molte di basilico – quindi ho optato per un pesto invece. Ho esplorato il Web per ispirazione, ho incontrato alcuni amici a portata di mano e ho trovato una ricetta simile a questa:

Pesto fresco con basilico viola

– 2 foglie di basilico viola (il basilico viola non è così dolce come la roba verde brillante che di solito vedi, ma ha un ottimo sapore pepato)

– 1/4 di pinoli cotti, tostati e raffreddati

– 2 spicchi d’aglio

– 1 scalogno piccolo

– Scorza e succo di mezzo limone

– 1/2 c di olio d’oliva

– 1 c grattato Romano

Basilico ruvido, pinoli, aglio e scalogno; aggiungere ad una ciotola di miscelazione alta con una base piccola, quindi combinare con un frullatore ad immersione. (Questo potrebbe essere fatto più facilmente in un robot da cucina, ma io, ehm, non ne ho uno. Io odio pulirli, e adoro il mio frullatore a scaglie caro.) Aggiungere succo di limone e scorza, olio d’oliva e Romano ; ronzio con il frullatore fino a che liscio. Condite con sale e pepe a piacere; Servire sorseggiando un cucchiaio o due di pesto con le singole porzioni di pasta fresca (abbiamo preparato un piatto di spaghetti), quindi guarnendo con un po ‘di Romano grattugiato aggiuntivo. Conserva il pesto rimasto disponendolo in un piattino, coprendo con un po ‘di olio d’oliva e coprendo direttamente (come dice la Contessa a piedi nudi, l’aria è il nemico del pesto!) Con un involucro di plastica. Serve 4-6, a seconda dell’entusiasmo della folla per il pesto.

Questo è un pesto brillante alle erbe che si concentra sul basilico e sul formaggio affilato piuttosto che sull’olio e le noci; Non sono un grande fan delle salse oleose. Tostare i pinoli ha fatto una grande differenza, penso: ha intensificato il loro sapore senza appesantire il pesto. Se si preferisce un pesto più sobrio, è possibile addolcire leggermente i sapori e alzare la setosità della salsa aggiungendo un altro bicchiere di olio d’oliva o un’altra manciata di noci. Se stai cercando di sperimentare ancora di più, puoi scambiare la rucola con un po ‘di basilico, usare pistacchi o noci invece di pinoli, sostituire un po’ di olio d’oliva con un po ‘della tua acqua della pasta … le possibilità, come dicono, sono infiniti. Io, sono un semplice commensale: sto aggiungendo una manciata di fiocchi di pepe rosso per la salsa della notte scorsa e averlo tutto da capo. Buona cucina e caldo!